Vacca, enoteca e maiale

29 Mag

Se un tempo le vacche rientravano dopo la transumanza stanche e ci regalavano favolosi stracchini, oggi sentirsi stracco in ufficio mentre fuori urla la primavera… sembra quasi una bestemmia!

Eppure questo sembra il rito del venerdì sera per milanesi e non solo. Un rituale che poi conduce inesorabilmente alla dispersione dei locali in cui ci (ri)troviamo per bere e divertirci – divertirci ad ogni costo.

Personalmente spero stasera di poter bere un buon bicchiere di vino con qualche amico in abbinamento ai racconti di vita che ci riguardano. Sarebbe la cosa più bella. Poi domenica si cammina: sento il richiamo dei monti lariani e della libertà di cui si gode andando per sentieri.

Per il resto, buon ponte a chi può e buona Festa della Repubblica a tutti noi. Teniamo da conto la nostra Repubblica e la nostra Democrazia, non come animali in via d’estinzione ma come il maiale di cui non si butta nulla, perché ogni parte ha il suo valore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: