Il pasto nudo

5 Apr

Oggi Pasquetta, o meglio Lunedì dell’Angelo: sole fresco in una primavera di bellezza.

Le feste sono sempre l’occasione per grandi banchetti. A tavola serviamo succulenti carni accuratamente cucinate per esaltarne i sapori. Ma pensiamo mai all’animale da cui viene il nostro piatto? Stimolato dalle letture di Pollan, complice mio fratello ed i suoi conigli, sabato mi sono preso la responsabilità, almeno una volta nella mia vita, della morte di un essere vivente – che un giorno sarà il nostro pranzo della domenica. Crudele? Non credo, altrimenti dovremmo smettere tutti di mangiare carne. Ipocrita e scorretta è invece la distanza che l’industria alimentare mantiene tra noi e ciò che mangiamo: occhio non vede, cuore non duole. Non è stato facile quello che ho fatto; eppure, non avevo mai provato tanto rispetto per l’animale e per il cibo come in quel momento. Ho conservato una zampa del coniglio a ricordo dell’esperienza. E ieri ho mangiato agnello per la Pasqua, ringraziando per il cibo che ci viene donato.

Lonely Walker intanto ha vissuto un piccolo ma sostanziale rinnovamento. Negli ultimi mesi ho pensato molto se aveva senso continuare a creare e condividere contenuti. Indubbiamente sono stato tentato di chiudere baracca e burattini. Poi gli impegni di lavoro e la scarsità di tempo mi sono sembrate solo delle comode scuse. Varie letture mi hanno stimolato a continuare. Eppure sentivo necessario un cambiamento del blog e delle mie pagine web, per renderli strumenti al servizio delle esperienze concrete di vita. Ho usato il post su Londra come prototipo di una scrittura più diretta e semplice. Foto, video, twitts e tutto il resto seguono ora la stessa idea. Ci sono ovviamente anche piccole novità di forma sparse qua e la: l’importante però sono i contenuti, ovvero ciò che ha valore, che è testimonianza e condivisione. Questo il piatto principale – il resto è solo contorno.

Clima perfetto per riprendere il cammino. Un sentiero non finisce mai, viene da lontano e continua ben oltre la vista. Sta solo a noi scegliere se smettere o proseguire.

Auguro a tutti una buona strada :-)

Annunci

Una Risposta to “Il pasto nudo”

  1. giovanni 5 aprile 2010 a 16:48 #

    [Indubbiamente sono stato tentato di chiudere baracca e burattini]
    … e sarebbe stato un peccato,

    keep walking,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: