Tag Archives: pane

Preludio, Inverno

2 Dic

Banale o non banale, bisogna dire che l’inverno non si è fatto aspettare ;-)

Tanto che la camminata di pochi giorni fa sembra già un lontano ricordo.

Mentre si apre una stagione tutta nuova… tbc ;-)

Annunci

Kind of Magic

16 Nov

Non servono parole per raccontare certi momenti. Non bastano. Perché non riescono a rendere reale qualcosa che si può solo vivere di persona.

Vale per una corsa nell’autunno al tramonto. Vale per un pane o un dolce fatti in casa. Vale per mille cose: ognuno ha le proprie. Con incredibile semplicità ci sono momenti che esprimono tutto uno stato d’animo, un’atmosfera, un momento della propria vita senza barriere, senza freni, senza compromessi. E arrivano improvvisi.

Per me accarezzare con piedi stanchi ma leggeri le foglie che colorano di rosso le strade, cogliere l’attimo in cui il sole muore nel rosso del tramonto, aprire la braccia nell’aria della sera. E anche impastare gli elementi, aspettare che crescano, dargli forma e accompagnarli nella nuova vita dopo il calore del forno.

Le parole non ci arrivano, si perdono fra emozioni e sentimenti senza nome. Che però hanno un gusto preciso. Ricordi l’ultima volta che ti sei affacciato su un panorama sconfinato, senza un pensiero e col cuore aperto? Non dovrebbe essere solo un ricordo, bello ma lontano. Dovrebbe dare carattere ad ogni giorno, ogni istante che si vive.

Perché, come mi ha detto qualcuno, la vita è proprio bella…

pane autunnale, pane mondiale

16 Ott

Con la passione che ho per il pane, non potevo mancare anche questa volta il World Bread Day, evento che da 5 anni connette virtualmente persone di tutto il mondo nel combinare qualcosa sul tema del pane.

Una sorta di celebrazione – e una delle manifestazioni più belle del web, a mio parere ;-)

Insomma oggi ho panificato. Pure pasticciato, perché non sono ancora capace di seguire una ricetta come si deve e non fare di testa mia…

Ma il risultato non è niente male! Eppoi quello che conta è riportare al centro questo alimento essenziale, fondamentale, antico e unico. In qualsiasi forma, per qualsiasi uso…

Pagnotta Autunnale

La ricetta semi seria: amalgamare 600g di farina bigia (in Svizzera così la chiamano, per noi è quella semi-integrale – tipo 1 o 2) con 600g di latte (si, grammi e non ml), 10g di sale e 30g di lievito fresco di birra. Lasciar riposare un po’ (fino a quando non si vede qualche bolla – come nel metodo poolish). Ora impastare aggiungendo 400g di farina e 100g di acqua, 20g di sale e 10g di lievito fresco di birra. Aggiungere poi la composta di castagne della mamma ;-) ed un pacchetto di frutta secca mista (quanto basta di entrambe, quindi a piacere). Impastare secondo la propria credenza (mano, macchina, pugni, salti, etc) e formare una bella palla da mettere in ciotola capiente e lasciar riposare, fino a quando quasi non raddoppia. Prima che ceda, rimettere a terra l’impasto e rigirarlo delicatamente fino a ricomporre la palla e rimetterla “faccia in giù” (con il punto di chiusura delle rigirate verso l’alto) nella ciotolona cosparsa bene di farina. Accendere il forno e posizionare la pietra per il pane (!) ed il tegame con l’acqua per umidificare il forno durante la cottura. Quando l’impasto è di nuovo gonfio e la pietra brucia le dita, far scivolare il primo sulla seconda e lasciar cuocere a 200 gradi circa per almeno un’oretta. Infine, come sempre, sfornare e lasciar freddare – se si resiste!

tschüß & enjoy your bread!